Scheda profilo medico

La scheda definisce il profilo del Medico, sotto vari aspetti.

medicoAnagrafico

Contiene le informazioni relative al nme, cognome, l’indirizzo, città, recapiti telefonici, e_mail, la lingua parlata, ecc.

Qualifica

Definisce l’ambito clinico all’interno del quale il Medico può operare. Viene definita la specialità (Odontoiatria, Estetica, Dermatologia, ecc.).

Per ciascuna specialità in particolare per l’Odontoiatria si specificano ulteriori ambiti evidenziando dove il Medico può operare ( Igiene, Conservativa, endodonzia, chirurgia, implantologia, ecc.)

Si identifica inoltre la “posizione” che il Medico assume all’interno della struttura ( Direttore sanitario, Direttore di reparto, operatore, ecc)

In forma specifica si segnala se il medico è abilitato alla “prima visita”.

Contratto

contratto medicoE’ possibile definire il rapporto collaborativo e contrattuale sotto varie forme ( Stage, Dipendente, Professionale), identificando anche le date inizio / fine.

Per ciascuna forma contrattuale si definisce la “modalità di compenso”, che può assumere le seguenti forme:

  • compenso fisso mensile
  • compenso fisso piu compenso provvigionale
  • compenso solo proviggionale
  • compenso orario

Quando il compenso è “provigionale” si possono definire le percentuali

  • Fissa per qualunque specialità
  • Variata per specialità
  • Variata per specialità con possibilità di indicare per specifiche prestazioni una percentuale differente
  • Legata ad obiettivi di fatturato

Calendario presenze

Un Medico può operare in una sede oppure in piu sedi.

Per ciascuna sede viene definito un calendario presenze specificando per giorno, per settimana, per mese, per tutto l’anno i giorni e gli orari di presenza. Sulla base di questo calendario verranno visualizzate e gestite in “agenda appuntamenti” le disponibilità del Medico.

Retribuzione del Medico

retribuzione medicoIl Medico viene retribuito sulla base dell’eseguito nel periodo esaminato, utilizzando i parametri definiti nel rapporto contrattuale.

E’ possibile definire se il compenso va calcolato al netto di percentuali fisse ( es. recupero costi ) e al netto di costi di prodotti e/o materiali utilizzati nella prestazione.

 

 

Per ciascuna prestazione è definibile “importo pagato minimo”.

Apposite analisi consentono di effettuare valutazioni comparative sui compensi relativi a ciascun medico nell’ambito di specialità e/o gruppo di prestazioni.